Alcuni spunti critici

Insieme a tanti colleghi, ho avuto modo di utilizzare con soddisfazione, nella scuola di base,  diversi programmi commerciali (software proprietario); per citarne alcuni il logo multimediale MICROMONDI, programmi autore come AMICO della Garamond, anche programmi Microsoft quali Power Point per presentazioni, Paint per disegnare e Front Page per costruire ipertesti formato html, nonchè diverse produzioni editoriali di software didattici.
Mi si sono presentati però nel tempo alcuni problemi:

torna su

La via dei software liberi, o free, o modificabili/integrabili


Le esperienze più recenti (corsi ForTIC, DM61, DL59, supporto al tirocinio formativo e laboratorio universitaro) mi hanno portato a proporre ai corsisti ed agli studenti l'utilizzo di software che non richieda licenze, o autorizzazioni all'uso; software che sia riproducibile, utilizzabile liberamente, eventualmente modificabile o migliorabile. (leggi l'articolo "Quale software per la didattica?" per un  approfondimento)
Per comodità possiamo suddividere questi software in tre grandi gruppi:

software libero,
software freeware di produzione cooperativa,
software scolastico istituzionale.
torna su

SOFTWARE LIBERO

Buona parte del software che propongo di utilizzare a scuola è software libero, con licenza GNU (vedi cos'è il software libero).

Al software libero dedico una sezione di questo sito.

torna su

SOFTWARE COLLABORATIVO FREEWARE 

Valido supporto alla didattica sono anche i diversi software freeware che si possono incontrare nei siti personali di insegnanti, educatori e di associazioni.
Esistono infatti software educativi prodotti in uno spirito di cooperazione scolastica che si ispira alle opere ed alle azioni dell'educatore francese C.Fréinet.
Vedrò di riportarne un paio, tra quelli più ricchi di proposte.

VBscuola

immagine col logo visualbasicscuola

Il sito VisualBasicScuola  favorisce e stimola lo scambio di esperienze e materiali didattici senza fini commerciali.
I numerosi programmi didattici presentati sul sito vbscuola sono "freeware", completi, di libero utilizzo e liberamente distribuibili, purché non vengano utilizzati a fini commerciali.

I programmi di Ivana

logo sito con scritta 'il software di Ivana'

Ivana Sacchi, maestra elementare e programmatrice, propone nel proprio sito personale il software didattico di libero utilizzo da lei realizzato.

torna su

SOFTWARE SCOLASTICO ISTITUZIONALE

Si tratta di software "preconfezionati" commissionati da enti  ed istituzioni con lo scopo  di diffondere l'utilizzo delle tecnologie informatiche nelle scuole.  Sono scaricabili (software IPRASE Trentino, versione windows) o disponibili on line (Miur-Rai Educational) e possono essere utilizzati nella didattica. Entrambi prevedono guide per l'insegnante.

  Imparo Giocando
logo iprase trentino

L' IPRASE del Trentino (Istituto Provinciale per la Ricerca, l'Aggiornamento e la Sperimentazione Educativi) aderendo al progetto sperimentale nell’ambito delle attività a cofinanziamento Fondo Sociale Europeo sulla Didattica assistita dalle nuove tecnologie, propone nella scuola dell'obbligo una sperimentazione con l'obiettivo di fornire strumenti utili all’introduzione delle nuove tecnologie nella didattica e nella prassi di lavoro quotidiana dei docenti.
La sperimentazione Imparo Giocando  (leggine le linee) è rivolta a insegnanti ed alunni della scuola primaria e della scuola secondaria di primo grado. Si propone l’utilizzo di giochi ed eserciziari da fare al computer e riguardanti contenuti di matematica, italiano, geografia, scienze  e musica. Sono disponibili on line una serie di proposte laboratoriali (laboratori di matematica, italiano, geografia , scienze, latino, educazione musicale, italiano per stranieri, laboratorio prescolare...), guide per gli insegnanti e materiali didattici da sperimentare nonchè l'eventuale assistenza tecnica.
La sperimentazione Imparo Giocando ha prodotto una serie di giochi didattici facili da scaricare e da utilizzare che possono essere visti anche a partire da qui.
Per avere un'idea dei programmi proposti, vedi l'esempio del gioco Bolle di Sapone , un gioco didattico di matematica (tabelline).

Il DivertiPC - il DivertInglese

Il DivertInglese prende il via dai programmi televisivi prodotti da RAI Educational in collaborazione con MIUR, nell’ambito dell’offerta formativa mirata allo sviluppo delle competenze in lingua inglese degli allievi della scuola primaria e della scuola secondaria di primo grado. Il Divertinglese sussidio televisivo ha un sito web nel quale alunni ed insegnnati possono trovare giochi didattici finalizzati da fruire on line.

Il DivertiPC nasce a seguito dell'accordo tra RAI e MIUR per l’offerta di prodotti a supporto dell’insegnamento dell’Informatica sin dal primo anno di scolarizzazione. Sulla scia dell’innovazione introdotta da Il Divertinglese, il modello de Il DivertiPC coniuga in sé la formula dell’Edutainment e dell’alfabetizzazione ai linguaggi dell’Information Communication Technology.
 

Si possono trovare diverse attività e giochi nel portale Il D il portale di Rai Educational, nato dall'unione de Il DivertiPC e de Il Divertinglese per rispondere all'esigenza di introdurre e utilizzare le nuove tecnologie a scuola.
torna su